Categoria
Cina

I 12 ANIMALI DELLO ZODIACO CINESE E DEI 4 PUNTI CARDINALI

Cina – Dinastia Yuan (1279-1368)
Terracotta policroma – H. da 6 a 13 cm

 

Topo, Bue, Tigre, Lepre, Drago, Serpente, Cavallo, Pecora, Scimmia, Gallo, Cane e Cinghiale caratterizzano il calendario lunare diviso in cicli di dodici anni, ciascuno dei quali è rappresentato simbolicamente da uno specifico animale. Come nello zodiaco occidentale ad ogni segno astrale corrisponde una determinata personalità, così anche in quello cinese chi è nato in uno specifico anno-animale ne acquista i caratteri distintivi. Il Topo, ad esempio, è associato al denaro, per cui un uomo-topo può essere avaro; il Bue rappresenta la stabilità; la Tigre è l’emblema della forza maschile yang e del coraggio; la Lepre-coniglio rappresenta la longevità ed è simbolo della luna; il Drago, associato alla pioggia e alla fertilità, è l’emblema del potere imperiale; il Serpente è dispensatore di doni; il Cavallo corrisponde alla lealtà e alla perseveranza; la Pecora simboleggia la devozione filiale; la Scimmia protegge dagli spiriti maligni; il Gallo è affidabile perchè il suo canto segnala l’arrivo del giorno; il Cane è fedele, protegge la casa e porta prosperità; il Cinghiale, infine, è simbolo di virilità.
Nella cosmologia cinese i Quattro Punti Cardinali sono presieduti dai Quattro Animali Soprannaturali: la Tartaruga Nera (il Nord), il Drago Verde (l’Est), la Fenice Rossa (il Sud) e la Tigre Bianca (l’Ovest). Nella teoria dualistica che concepisce l’Universo governato dalle forze opposte yin e yang, Tigre e Tartaruga sono yin mentre Drago e Fenice sono yang.
È estremamente raro trovare un set degli animali dello zodiaco cinese che comprenda anche i 4 che rappresentano i punti cardinali. In questo caso il set è composto quindi da 16 animali.

Nessun commento

Inserisci un commento