Categoria
Giappone

BUDDHA AMIDA
Giappone, XVIII secolo
Legno laccato e dorato
H. cm 34

Il Buddha è seduto nella posizione del loto (padmasana). I caratteri giapponesi dipinti sul petto, essendo di difficile decifrazione, si riferiscono probabilmente al nome stesso del Buddha oppure a invocazioni devozionali. Il mantello monastico che avvolge il corpo del Buddha cadendo con ondate di morbidi panneggi è di rara eleganza: presenta ancora molte tracce dell’antica doratura ed è interamente decorato dai fitti motivi – floreali e geometrici insieme – tipici dell’arte giapponese.
La testa del Buddha è ricoperta dai precisi riccioli a spirale. Il viso dolcissimo, animato da un sorriso interiore, è completamente assorto in meditazione; gli occhi allungati sono socchiusi nella concentrazione, e nel mezzo  della fronte compare l’urna, il tipico neo che, insieme ai lobi allungati delle orecchie, è uno dei segni che differenziano il Buddha dai comuni mortali. Le mani affusolate sono giunte nel gesto di saluto (anjalimudra).
Sotto il Buddha ci sono una/due nicchie in cui sono state inserite preghiere e offerte al momento della consacrazione; il fatto che siano tuttora chiuse significa che la statua mantiene ancora il suo valore sacro.
L’opera è in ottimo stato di conservazione, con tracce della laccatura e della doratura originali; i caratteri pennellati sul petto – in attesa di traduzione –  rappresentano una nota di fascinoso mistero.

 

 

 

Nessun commento

Inserisci un commento