Nuove Proposte Settembre 2022

DURGA MAHISHASURA MARDINI
India meridionale, XVII-XVIII secolo
Bronzo, H 21 cm
VENDUTO

Durga, la dea per eccellenza, con un piede schiaccia il demone Mahisha abile a cambiare continuamente forma in modo da essere invincibile. Il demone aveva l’aspetto di un potente bufalo che tutto distruggeva mettendo in pericolo il mondo degli uomini e degli dei. Durga quindi lo prende per i capelli proprio nell’istante in cui esce dalla testa del bufalo per diventare un nuovo animale e lo trafigge con un tridente (qui mancante) : il mondo è di nuovo in salvo.

Il corpo di Durga, circondato come un’aureola dalle dieci braccia, vibra di una forza invincibile, è potente e nello stesso tempo armonico, elegante come in un passo di danza.

PHRA PHROM, IL DIO BRAHMA
Thailandia, periodo Rattanakosin, XIX secolo
Bronzo laccato e dorato, H. cm 45
Prezzo su richiesta

Il dio indù Brahma In Thailandia prende il nome di Phra Phrom e conserva le quattro teste rivolte ai punti cardinali per affermare la sua onnipresenza. Il suo culto non è necessariamente legato alla religione indù ed è presente anche nella comunità buddhista. Phra Phrom e’ considerato una divinità benefica, che esaudisce le preghiere dei devoti e a Bangkok, nel tempio di Eravan, una sua statua, ritenuta miracolosa, è venerata da una continua processione di fedeli che ininterrottamente offrono fiori, cibo, incenso e anche offerte preziose.

VIRABHADRA
India centrale, XIX secolo
Bronzo, H 35 cm
Euro 3000 + spedizione

Nell’arte indiana soprattutto in quella popolare e quasi sempre in quella tribale si osserva un processo di stilizzazione che in questa placca diventa armonica semplicità. Tutti gli elementi iconografici che caratterizzano questa specifica divinità sono presenti ma con discrezione in modo da enfatizzare la figura di Virabhadra che si allunga come per affermare la sua invincibile potenza.

La placca è pubblicata nell’articolo “Virabhadra, il Divino Guerriero”  sul numero di settembre di Arts of Asia e sarà esposta nell’omonima mostra che si terrà in Galleria dal 20 ottobre al 19 novembre.

HARITI
India nord orientale
Dinastia Pala, XI/XII secolo
Scisto, H 10,6 cm
Euro 3300 + spedizione

Protettrice del parto e dei bambini Hariti è raffigurata in questa formella mentre allatta un pargolo aggrappato al suo seno. Ha quattro braccia e due mani impugnano una spada e uno scudo. Sotto il trono composto di petali di loto una figura in preghiera è inginocchiata davanti probabilmente a una mucca che produce il latte per uomini e bambini.

VISHNU E LAKSHMI
India, Tamil Nadu
XVIII secolo
Rame, cm 13  x cm 12,5
Prezzo su richiesta

MAHISHASURA MARDINI
India meridionale, XVIII secolo
Bronzo e rame, fusione a cera persa
H. cm 15
Prezzo su richiesta

In questa statua ciò che colpisce non è solo la pur bellissima figura di Durga-Mardini che uccide il demone-Asura-Mahisha ma anche il doppio colore dorato-brunito che sembra ricoprirla. E’ questo il risultato di una ricerca tecnica definita “Ganga-Jamuna” che ha il nome di due fiumi sacri dell’India, il Gange e il Jamuna. Entrambi nascono dall’ Himalaya e scorrono quasi paralleli fino ad Allahbad dove il Jamuna sfocia nel Gange e dove ogni dodici anni si svolge  una delle più importanti celebrazioni indù alla quale partecipano milioni di pellegrini. Come Il Jamuna mescola le sua acque a quelle del Gange così il rame si fonde con il bronzo attraverso una complessa tecnica metallurgica che durante la fusione,  mantiene separati i due metalli e diventa simbolo visibile dei due fiumi sacri.

Renzo Freschi
info@renzofreschi.com
Nessun commento

Inserisci un commento